fbpx
skip to Main Content
Viaggi Culturali Organizzati In Israele: Quello Che Non Ti Dicono. Ce Ne Parla Mariagrazia, Direttore Dell’Ufficio Stampa & PR Dell’Ufficio Nazionale Israeliano Del Turismo

Viaggi culturali organizzati in Israele: quello che non ti dicono. Ce ne parla Mariagrazia, Direttore dell’Ufficio Stampa & PR dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo

Creare un’offerta di viaggi culturali sempre innovativa: questo è l’obiettivo fondamentale di Stippelli Viaggi che con la preziosa collaborazione dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo  ha dato vita a un viaggio culturale organizzato in Israele del tutto peculiare. 

Il tour culturale è stato presentato lo scorso Settembre presso la suggestiva sede del Teatro Carcano alla clientela di affezionati dell’agenzia e la prossima partenza è prevista dal 16 al 23 Novembre 2019.

Perché l’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo  ha scelto di collaborare con la Stippelli Viaggi, agenzia di Milano specializzata in viaggi culturali organizzati? Ce ne parla direttamente Mariagrazia Falcone, Direttore Ufficio Stampa & PR presso Visit Israel. 

Grazie per essere qui con noi Mariagrazia.

Grazie a voi per avermi invitata a partecipare a quest’intervista. 

Israele è una meta nota soprattutto per il turismo religioso. Invece, se potesse riassumere in 3 parole cosa rende fortemente unico Israele come meta di viaggi di tipo culturale: quali sceglierebbe?

Sceglierei sicuramente parole come archeologia, divertimento e innovazione. L’Israele è una meta davvero completa, soprattutto per chi è interessato a viaggi di tipo culturale con una mentalità aperta che sappia apprezzare anche elementi non strettamente legati al fattore spirituale. Ma l’elemento spirituale, come ben ha compreso la direzione di Stippelli, non può essere dimenticato: e infatti la loro è un’offerta strategica che vuole indirizzarsi a chi ha e avrà il cuore della scelta di un viaggio anche spirituale in Israele.

Ci può spiegare il perché di questa scelta?

Innanzitutto, l’Israele è un paese straordinario per l’archeologia che accompagna la classica associazione con la spiritualità. La continua ricerca archeologica condotta nella regione porta alla luce ricchezze inestimabili ogni giorno. Ne è un esempio l’ultima città recentemente scoperta che si trova nella zona più vicina al mare, non lontana da Cesarea Marittima: un centro culturale importantissimo. Ma pensiamo anche a Magdala, la città in cui soltanto un anno fa è stata ritrovata la pietra che riporta la copia esatta del tempio di Gerusalemme. 

L’Israele è decisamente molto di più di una meta per viaggi culturali. 

Certamente. Vogliamo poi parlare di divertimento? Tel Aviv è famosa per essere una città che non dorme mai e con il tasso più elevato di giovani: l’età media si aggira intorno ai 34 anni! La città ha 14 km di costa adatta a grandi e piccini, spiagge che di sera si trasformano in disco pub.  Ci sono 150 ristoranti vegetariani. Siamo una delle città più pet-friendly del mondo. 

Per non parlare poi del Gay Pride, una delle manifestazioni più divertenti, adatta anche famiglie e bambini.

La forza del paese è sicuramente nei giovani ma ci sono anche altri ambiti in cui si nota questa forte vitalità?

Se da una parte, Israel garantisce divertimento continuo, dall’altra l’impegno in innovazione è altrettanto notevole. Abbiamo un gran numero di startup che nascono presso i nostri incubatori e la cultura della Silicon Valley è talmente forte, che vi sono esercizi commerciali dedicati agli startupper, come il Benedict, ristorante che rimane appositamente aperto h24 per preparare la colazione a chi, come gli startupper, lavora a orari particolari. 

Tel Aviv continua a accogliere un gran numero di giovani, anche grazie alla nostra Silicon Valley, in cui vi è una delle sedi più importanti di Google al mondo – e amanti dei viaggi non solo culturali: quest’anno festeggiamo i 100 anni del movimento Bauhaus. 

L’Israele è un paese che certamente riconosce il potenziale della cultura e dell’innovazione e riesce a valorizzarlo. 

Cosa ha portato Visit Israel a scegliere di cooperare con Stippelli Viaggi per la creazione di un pacchetto ad hoc?

La nostra è stata una scelta reciproca: noi abbiamo scelto loro e loro hanno scelto noi. 

La nostra scelta è nata dal fatto che preferivamo lavorare con operatori di piccole e medie dimensioni proprio perché l’Israele è un paese che si basa moltissimo sul taylormade, proprio come l’offerta di Stippelli Viaggi. 

La Stippelli Viaggi si è fatta notare soprattutto per la profonda competenza nel campo del turismo culturale e scolastico, un settore che non è stato mai molto promosso anche perché l’Israele non può dirsi un paese “a buon mercato”. 

Ma la Stippelli Viaggi ci ha dimostrato di saper valorizzare nuovi aspetti di una destinazione come l’Israele proprio grazie alla cultura.

Infatti, il pacchetto realizzato in collaborazione con Stippelli Viaggi mira a unire i diversi aspetti di una meta complessa come l’Israele, dalla spiritualità all’innovazione, dal benessere al lifestyle. 

Cosa ha apprezzato maggiormente dell’imprinting fortemente culturale di Stippelli Viaggi?

La loro preparazione e mi creda non è facile trovare agenzie di viaggi organizzati altrettanto competenti. 

E non è nemmeno facile avere una mente aperta su questa destinazione e riuscire a promuoverla al di là della connotazione religiosa. 

Stippelli Viaggi è ancora agli inizi ma il team ha dimostrato già una forte volontà di mettersi in gioco su una destinazione in crescita ma che per vendere la quale serve una preparazione culturale che non tutti posseggono.

Che ci può dire dell’evento di presentazione di Settembre?

Mi ha stupito moltissimo la capacità di un’agenzia di queste dimensioni di organizzare un evento così grande e in così poco tempo. Inoltre, la location che hanno utilizzato – il Teatro Carcano – è davvero suggestiva e consente di dare grande visibilità ad ogni dettaglio di un viaggio culturale organizzato come quello realizzato in collaborazione con la Stippelli Viaggi. 

Infine, sono rimasta particolarmente entusiasta di vedere una clientela così tanto fidelizzata partecipare all’evento: un altro segnale del forte affiatamento del team Stippelli e della loro competenza nel campo dei viaggi culturali organizzati. 

Cosa aspetti? 

Scopri di più sul viaggio organizzato in Israele da Stippelli Viaggi!

Clicca qui per saperne di più sulla prossima partenza:
TOUR DI ISRAELE: UNA STORIA MILLENARIA TRA CULTURE E RELIGIONI A CONFRONTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top