fbpx
skip to Main Content

Passeggiate Milanesi

15

  2 ore circa
  TOUR CONDIVISO: € 15,00 a persona ad uscita
  TOUR PRIVATO: € 160,00 – gruppo esclusivo
   Gruppi da massimo 15 persone
 Tutela e rispetto delle misure di sicurezza


Descrizione

L'idea

Dopo l’emergenza epidemica che ci ha costretti in casa per settimane, abbiamo tutti una gran voglia di uscire. E con l’arrivo della bella stagione la voglia di uscire diventa desiderio di natura, di verde, di “chiare, fresche et dolci acque”, come scriveva Petrarca già ben settecento anni fa. Ma dobbiamo ancora essere cauti. Vogliamo cominciare a muoverci, ma vogliamo farlo in sicurezza, nei dintorni di casa, in compagnia di amici fidati.

Ecco perché Stippelli Viaggi ha pensato di proporvi un ciclo di passeggiate per piccoli gruppi, a piedi, restando a Milano. Ma, per sfuggire il caldo dell’estate milanese, gli itinerari si svolgeranno tutti “all’ombra e sull’acqua”, alla scoperta degli angoli più freschi e verdeggianti della nostra città che, tuttavia, sono spesso anche carichi di storia e di cultura.

Gli appuntamenti

TOUR CONDIVISO: Sabato, 27 giugno – ore 9:30

TOUR PRIVATO: Domenica, 28 giugno – mattino

Il Parco delle Basiliche. Tra San Lorenzo e Sant’Eustorgio

Nel 2000, quando fu riqualificato e recintato, è stato intitolato a Papa Giovanni Paolo II, ma molti ancora lo chiamano Parco delle Basiliche perché si sviluppa tra le basiliche di San Lorenzo e di Sant’Eustorgio. Fu progettato negli anni tra le due guerre, nell’ambito del più vasto piano di risanamento dell’area paludosa attorno a San Lorenzo e della copertura della cerchia dei Navigli, ma fu effettivamente realizzato solo negli anni Cinquanta del Novecento come “passeggiata archeologica”. Ed è proprio questa la passeggiata che faremo noi: tra l’imponente San Lorenzo – modello cruciale di architettura tardo-antica preceduta dalle monumentali colonne romane – e Sant’Eustorgio, la leggendaria chiesa dei Re Magi, affiancata dalla rinascimentale cappella Portinari e dal campanile tra i più alti della città. E, camminando nel verde, racconteremo anche strane storie di streghe e impiccagioni, di santi e prostitute, di untori e “colonne infami”.

 

TOUR CONDIVISO: Sabato, 4 luglio – ore 9:30

TOUR PRIVATO: Domenica, 5 luglio – mattino

La Darsena e dintorni. Dalla Conca del Naviglio al vicolo dei Lavandai

Milano, città d’acqua, si dice da molte parti, anche se è difficile crederlo oggi. Tuttavia, è vero che fino al 1979 a Milano funzionava un porto, il terzo in Italia per volume di traffico merci. E quel porto era la Darsena. Costruita nel 1603 ampliando il laghetto di Sant’Eustorgio, già accanto alla basilica omonima, la Darsena – con il Naviglio Grande che ne alimenta le acque e il Naviglio Pavese che le drena – è oggi una delle zone più frequentate della “movida” serale e notturna milanese, soprattutto dopo la riqualificazione del 2015. Scopriamone la storia e il fascino pittoresco partendo dalla Conca del Naviglio, che un tempo, collegando la Darsena con la fossa interna, rendeva possibile il trasporto dei marmi per il Duomo in costruzione. Cammineremo poi lungo le rive e le alzaie, entreremo nei romantici cortili delle case di ringhiera per arrivare infine al vicolo dei Lavandai, ancora intatto nel suo aspetto popolaresco.

 

TOUR CONDIVISO: Sabato, 11 luglio – ore 9:30

TOUR PRIVATO: Domenica, 12 luglio – mattino

Il Giardino della Guastalla. Tra la Ca’ Granda e la Rotonda della Besana

Partiremo dalla Ca’ Granda, il grande ospedale per i poveri, esempio di architettura e tecnologia rinascimentale, fondato a metà Quattrocento dagli Sforza e oggi sede dell’Università Statale. Non lontano, daremo un’occhiata alle chiese di Santo Stefano e di San Bernardino cui è annesso il celebre ossario in bilico tra gusto per il macabro e grazia rococò. Poco distante, eccoci al giardino della Guastalla: tutto ciò che resta del Collegio omonimo fondato a metà Cinquecento da Paola Ludovica Torelli, già contessa di Guastalla, per salvare dalla strada nobili fanciulle decadute e senza mezzi. Attraversando il giardino, tra alberi secolari e fontane seicentesche, ci troveremo di fronte alla Sinagoga ebraica, quindi accanto alla chiesa manierista dei Santi Paolo e Barnaba, alle spalle del Palazzo di Giustizia e di fianco ai chiostri dell’Umanitaria, per riposarci infine sotto il portico barocco della Rotonda della Besana.

 

TOUR CONDIVISO: Sabato, 18 luglio – ore 9:30

TOUR PRIVATO: Domenica, 19 luglio – mattino

I Giardini Pubblici Indro Montanelli. Da Porta Venezia a Villa Necchi

Progettati da Giuseppe Piermarini a fine Settecento i Giardini Pubblici di Porta Venezia costituiscono il primo parco cittadino pensato per uso pubblico, in nome dei valori illuministi di utilità e salute non più riservati solo alla nobiltà ma diritto di tutti i cittadini. Nascono sui terreni confiscati a conventi e monasteri subito all’interno della cerchia dei Bastioni, furono completati dai Boschetti e nell’Ottocento ampliati con l’annessione del giardino di Palazzo Dugnani. Nel tempo hanno accolto nuovi edifici come il Museo Civico di Storia Naturale e il Planetario e numerosi monumenti commemorativi agli uomini illustri del Risorgimento e del mondo intellettuale milanese, tra cui il giornalista Indro Montanelli, al quale i giardini sono stati intitolati nel 2002. La passeggiata ci consentirà di parlare anche della Villa Reale e terminerà nel piccolo ma lussureggiante giardino di Villa Necchi, raffinata residenza Decò di una grande famiglia della borghesia Anni Trenta.

 

TOUR CONDIVISO: Sabato, 25 luglio – ore 9:30

TOUR PRIVATO: Domenica, 26 luglio – mattino

Il Naviglio Martesana – prima parte. Da Brera alla Conca dell’Incoronata

Seguiremo il corso del Naviglio Martesana in senso inverso, partendo dal punto dove il canale arrivava in città e si gettava nella fossa interna, cioè il quartiere di Brera. Nell’omonimo palazzo – sede dell’Accademia di Belle Arti, della Pinacoteca e della Biblioteca – visiteremo l’Orto Botanico, affascinante “giardino segreto” nascosto tra le sue mura. Poi, davanti alla basilica di San Marco, ricca di tesori gotici e tardo-rinascimentali, evocheremo la Conca e il Laghetto di San Marco situati là dove oggi vediamo un semaforo e un’area a parcheggio. Poco più avanti, ecco l’isolato, ancora intatto, delle prime case operaie edificate a Milano, la sede del Corriere della Sera e, infine, il punto dove la Martesana un tempo entrava in città, ossia la Conca dell’Incoronata, sul retro della chiesa omonima, con le ingegnose porte in legno progettate da Leonardo Da Vinci ancora in situ.

 

TOUR CONDIVISO: Sabato, 1 agosto – ore 9:30

TOUR PRIVATO: Domenica, 2 agosto – mattino

Piazza Gae Aulenti e la Biblioteca degli Alberi

Frutto dell’imponente riqualificazione di un’area centrale della città, rimasta “terra di nessuno” per oltre 40 anni, la zona è oggi una delle più moderne e celebrate di Milano, inserita con grande intelligenza tra i quartieri storici Garibaldi, Varesine e Isola. I suoi avveniristici grattacieli – le torri Unicredit, Solaria e Bosco Verticale – progettati da 20 diversi studi di architettura italiani e stranieri e costruiti secondo i più avanzati criteri di eco sostenibilità, hanno rivoluzionato lo skyline cittadino, mentre le grandi aree ciclo-pedonali, contornate da locali e negozi, sono diventate il nuovo punto d’incontro dei milanesi. Ma il cuore di questo vasto spazio, che misura circa 350.000 mq, è un “cuore verde”: 100.000 mq di verde pubblico, piantumato con diverse essenze arboree, arbusti e prati fioriti – la Biblioteca degli Alberi –  con zone per relax, attività fisica e giochi per bambini. Un progetto all’avanguardia ai piedi della grande torre di Palazzo Lombardia.

 

TOUR CONDIVISO: Sabato, 8 agosto – ore 9:30

TOUR PRIVATO: Domenica, 9 agosto – mattino

Il Naviglio Martesana – seconda parte. Da Cassina de’ Pomm a Crescenzago

La seconda tappa del percorso lungo il Naviglio Martesana ci conduce alla periferia della città, alla scoperta di una zona che tuttora conserva il fascino antico dei borghi suburbani di una volta. Passeggiando lungo il comodo tracciato ciclo-pedonale, a filo d’acqua e tra il verde, risaliremo il corso del canale a partire da Cassina de’ Pomm, dove il naviglio oggi s’infossa. Proseguiremo tra monasteri, parchi e cascine nel borgo di Gorla, un tempo chiamato anche “piccola Parigi” grazie all’eleganza delle sue ville affacciate sul naviglio. A Crescenzago ci sorprenderanno la sequenza di residenze storiche con ricchi giardini a bordo acqua e il quieto borgo di via Berra, con al centro l’antica e severa canonica di Santa Maria Rossa in Crescenzago. Una passeggiata tra le più fresche e originali, dove in molti tratti ci sembrerà di ritornare indietro nel tempo e nello spazio.

 

TOUR CONDIVISO: Sabato, 22 agosto – ore 9:30

TOUR PRIVATO: Domenica, 23 agosto – mattino

Le fontane di Milano

Non sono certo spettacolari e famose come le fontane di Roma, tuttavia anche Milano vanta un discreto numero di fontane, alcune monumentali, alcune progettate da celebri architetti. A cominciare da Giuseppe Piermarini, l’architetto della Scala, che disegna la fontana più antica della città situata proprio al centro della piazza che ne porta il nome: piazza Fontana. Davanti a Palazzo Marino, invece, troviamo la “vedovella” o “drago verde”, la prima delle circa 500 fontanelle cittadine di acqua potabile installata verso la fine degli anni Venti. La fontana dei Tritoni si nasconde poco lontano, all’angolo di via Andegari, mentre allo sbocco di via Montenapoleone ne scopriremo un’altra sul retro del monumento a Pertini. Ci sono poi la fontana dei giardini pubblici, quella di Largo Donegani disegnata da Giò Ponti, quella di San Francesco di Giannino Castiglioni e, infine, le fontane decò della Stazione Centrale.

 

TOUR CONDIVISO: Sabato, 29 agosto – ore 9:30

TOUR PRIVATO: Domenica, 30 agosto – mattino

Gallerie e passaggi coperti, da san Babila alla Scala

Sapevate che a Milano, oltre alla Galleria Vittorio Emanuele II, esistono più di altre 40 gallerie? Molte firmate da architetti celebri, come Giovanni Muzio, Emilio Lancia, Giò Ponti, Luigi Caccia Dominioni… Passeggiando tra piazza san Babila, corso Vittorio Emanuele e piazza della Scala andremo alla ricerca delle gallerie del centro, per scoprirne la storia e ammirarne i sorprendenti dettagli: dalla Galleria del Toro o del Teatro Nuovo, con le belle lampade Decò, alla Galleria San Babila o del “Gin Rosa”, con le eleganti scale interne disegnate da Giò Ponti; dalla Galleria Strasburgo, con il pavimento a mosaico di Francesco Somaini, alla Galleria del Corso, dalle imponenti coperture in ferro e vetro, fino alla insospettabile galleria nascosta dietro la facciata liberty del teatro Filodrammatici.

Mappa

Il tour include

-Visita guidata come da programma
-Assistenza
-Assicurazione R.C.

Il tour non include

-Trasporto
-Biglietti d’ingresso
-Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Informazioni utili

Ciascun viaggiatore dovrà partire portando con se le proprie mascherine e garantire, sotto la propria responsabilità, il rispetto dei protocolli di sicurezza.

Back To Top