fbpx
skip to Main Content
Centenario Pasolini: Un Viaggio Dal Teatro Ai Luoghi Pasoliniani

Centenario Pasolini: un viaggio dal teatro ai luoghi pasoliniani

Se è vero che sin dalla sua nascita nel mondo occidentale nell’antica Grecia il teatro ha sempre svolto sia una funzione sociale, per raccontare storie, intrattenere, educare, sia politica, per mettere in scena la rappresentazione della società con la possibilità anche di criticarla aspramente, contribuendo allo sviluppo culturale e sociale delle persone, possiamo considerare Pasolini uno degli autori più rilevanti del Novecento.
Non è quindi un caso se il centenario della nascita di Pasolini, che si celebra quest’anno, sia rientrato a pieno titolo nel programma degli anniversari UNESCO 2022-2023.

La cultura di un Paese è rappresentata dalla produzione artistica e letteraria la cui fruizione genera nuove contaminazioni, riflessioni, stimoli e crescita culturale.
Lo stesso avviene in viaggio in cui l’incontro con nuove culture nutre il bisogno innato dell’uomo di socializzare, scoprire, imparare per espandere la propria consapevolezza.

Da qui nasce il binomio teatro e viaggi culturali che fa parte della nostra azienda fin dalle origini.
Stippelli Viaggi è infatti da sempre legata al Teatro Carcano di Milano, dapprima con la promozione teatrale all’interno delle scuole, in seguito dedicandosi all’organizzazione di viaggi scolastici, per poi ampliarsi anche al pubblico adulto con proposte culturali per viaggi di gruppo.

Oggi questi due ingredienti si uniscono in una proposta esclusiva e unica nel suo genere in cui il “viaggio” inizia a teatro, con la partecipazione ad uno spettacolo teatrale, per poi proseguire con la visita a luoghi che sono legati all’autore e alle sue opere. Il primo di questi viaggi “oltre il teatro lo abbiamo dedicato proprio a Pier Paolo Pasolini in occasione del centenario della sua nascita.

La produzione artistica poliedrica di Pasolini spazia dalla poesia alla saggistica, dalla drammaturgia fino al cinema, fornendo una rappresentazione del complesso periodo storico e dei mutamenti della società italiana del dopoguerra fino agli Settanta.
Il “teatro di parola”, così come lui stesso lo definisce, si pone infatti con vena polemica contro la società borghese e il teatro conosciuto in Italia nella prima metà degli anni Sessanta.

«Il teatro che vi aspettate, anche come totale novità, non potrà mai essere il teatro che vi aspettate. Infatti, se vi aspettate un nuovo teatro, lo aspettate necessariamente nell’ambito delle idee che già avete; inoltre, una cosa che vi aspettate, in qualche modo c’è già».

Lo dichiara Pasolini stesso nel suo Manifesto sul nuovo teatro pubblicato nel 1968, un trattato teorico sulla situazione del teatro del tempo in cui l’autore sferra l’ennesima critica nei confronti sia del teatro borghese ufficiale (“teatro della chiacchiera”) sia degli spettacoli d’avanguardia (“teatro del gesto e dell’urlo”).

Ed è proprio a teatro che il nostro viaggio di celebrazione del centenario di Pasolini si inaugura con lo spettacolo Museo Pasolini, in cui Ascanio Celestini ci conduce alla scoperta di in un ipotetico Museo Pasolini attraverso le testimonianze di uno storico, uno psicoanalista, uno scrittore, un lettore, un criminologo, un testimone che l’hanno conosciuto.
L’ICOM (International Council of Museums) definisce la ricerca, l’acquisizione, la conservazione, la comunicazione e l’esposizione, come le cinque funzioni che un museo dovrebbe avere.

Indagando queste qualità e chiedendosi quali siano gli oggetti che dovrebbero far parte di un ipotetico Museo Pasolini, Ascanio Celestini risponde alle domande: qual è il pezzo forte del Museo Pasolini? Quale oggetto dobbiamo cercare? Quale oggetto dovremmo impegnarci ad acquisire da una collezione privata o pubblica, recuperarlo da qualche magazzino, discarica, biblioteca o ufficio degli oggetti smarriti?
Lo spettacolo è in programmazione presso il Teatro Carcano di Milano dal 1 al 6 febbraio 2022.

Ma il viaggio è solo all’inizio e prosegue oltre al teatro, con un itinerario di 4 giorni a Roma, dal 7 al 10 aprile 2022, attraverso i luoghi che hanno fatto da sfondo alla vita di Pasolini, da Piazza Costaguti al quartiere EUR, dove trascorse gli ultimi anni di vita, al Campo dei Fiori dove si tennero i funerali, fino al Parco Letterario a Lido di Ostia, dove Pasolini fu trovato assassinato nel 1975 e che ospita un monumento in sua memoria.

A Roma diversi sono inoltre i luoghi che hanno fatto da scenario alle opere di Pasolini, partendo da Soriano nel Cimino (Tuscia) dove è stata girata qualche scena de “Il Vangelo secondo Matteo”, alle colline del Portuense, set di alcune sequenze di “Uccellacci e uccellini”, fino al quartiere del Pigneto, dove furono ambientate diverse sequenze di suoi romanzi e film (Ragazzi di Vita, Accattone, ecc.) e dove oggi è possibile fare una passeggiata accompagnati dalla street art che celebra questo grande autore del secolo scorso.

Scopri l’itinerario completo del nostro tour

|OLTRE IL TEATRO: MUSEO PASOLINI |

in collaborazione col Teatro Carcano di Milano, per celebrare insieme il centenario di Pasolini all’insegna della cultura, del teatro e della scoperta tipica del viaggio.

Continua a seguirci per scoprire le nostre prossime proposteOltre il Teatro“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top