fbpx
skip to Main Content
Come Nasce Un’agenzia Di Viaggi Culturali A Milano: La Storia Del Prof. Stippelli

Come nasce un’agenzia di viaggi culturali a Milano: la storia del Prof. Stippelli

Come nasce un’agenzia di viaggi specializzata in viaggi culturali nel cuore di Milano? 

Ce ne parla il Professore Luigi Stippelli, docente in pensione di geografia economica, con alle spalle una lunga esperienza nel mondo della cultura, esperienza che nel corso degli anni lo ha portato a diventare un punto di riferimento senza eguali per il settore dei viaggi culturali a Milano.

Dopo aver a lungo alternato la docenza alle attività di organizzazione di viaggi scolastici presso l’agenzia “Teatro e Viaggi” del Teatro Carcano di Milano, il Professor Stippelli è oggi consulente presso la Stippelli Viaggi, l’agenzia di viaggi culturali con base a Milano gestita dal figlio Francesco dal 2013.

Il “Prof” – così viene amichevolmente chiamato anche dai clienti – ci spiega oggi il percorso che l’ha avvicinato al mondo dei viaggi culturali, inizialmente dedicati per studenti e successivamente estesi anche agli adulti.

Grazie per essere con noi Prof. Le andrebbe di dirci di più su come è passato dalla cattedra al mondo dei viaggi culturali?

Il passaggio è stato naturale. Essendo docente, iI punto di partenza è stata proprio la conoscenza. Una conoscenza intesa non solo dal punto di vista geografico ma soprattutto umano, l’elemento caratterizzante ogni progetto che ho intrapreso. 

Incontrare le persone è un mezzo di conoscenza fondamentale. 

All’inizio organizzavo viaggi culturali per hobby; l’attività di agenzia vera e propria si è sviluppata successivamente all’interno di “Teatro e Viaggi”, dove per anni ho organizzato viaggi per studenti. 

Tuttavia, nel tempo la vostra offerta di viaggi culturali è passata da essere prettamente dedicata agli studenti ad una clientela più matura. 

Per molti anni ci siamo dedicati al turismo scolastico ma l’ambito si è esteso con naturalezza agli adulti proprio grazie al fattore umano.

Di fatti, capitava sempre più spesso che i professori che avevano accompagnato i ragazzi durante i viaggi da me organizzati, soprattutto quelli che si stavano avvicinando alla pensione, mi contattassero per organizzare nuovi viaggi culturali, per amici e parenti, o per loro stessi. 

Tuttavia, la vera e propria svolta è avvenuta nel 1996. 

Il Museo Ca’ Rezzonico di Venezia aveva organizzato una mostra sul Tiepolo. Volevamo creare un’offerta di viaggio che fosse molto di più di una gita. La domanda sorse spontanea: come convincere le persone ad andare a Venezia, meta già all’epoca costosa e eccessivamente turistica?

Da questa riflessione è nata l’idea di organizzare dei treni speciali giornalieri, dal nome “Treno Speciale Teatro & Viaggi”. I treni attendevano i passeggeri alla stazione di Milano Porta Garibaldi, suscitando la curiosità di tutti i passanti. Il viaggio era organizzato in ogni dettaglio: i visitatori sarebbero arrivati in treno da Milano a Venezia, per poi prendere un imbarco riservato e mezzi fino al museo, dove li attendeva una guida accuratamente selezionata per accompagnarli durante la visita. 

Il successo inatteso dell’evento è stato tale che posso quasi definirlo “l’incidente” che ha cambiato la mia vita: ormai avevo capito che dovevo dedicarmi a tutte le persone, non più soltanto agli studenti. 

Adulti e studenti: due ambiti decisamente differenti, anche nel caso di viaggi culturali organizzati. Cosa accomuna questi due mondi all’apparenza così distanti?

La costante è il punto di partenza: sia nel turismo scolastico sia in quello per adulti occorre porre attenzione particolare alle conoscenze che si vogliono trasmettere, da una parte, e ai partecipanti, dall’altra, intesi come singole persone. 

Ho sempre accompagnato i miei ragazzi per assicurarmi che il viaggio culturale superasse le aspettative – andando anche a visitare la destinazione prima di organizzare i pacchetti o andando a conoscere personalmente le guide. 

Si tratta di un lavoro di cura e selezione che si è protratto negli anni ed è oggi una preziosa risorsa: la conferma del fatto che lavorare curando il lato relazionale sia sempre un ottimo investimento.

Offrire un buon servizio significa proprio questo: dare ai partecipanti gli strumenti adatti per un viaggio tranquillo, strumenti intesi sia in termini di organizzazione del viaggio sia di conoscenze per comprendere fino in fondo le attività organizzate. 

Noto con piacere che l’elemento culturale si è mantenuto anche nel passaggio verso una clientela più adulta. Ci può fare un esempio di viaggio culturale di questo tipo?

Un esempio è L’altra Torino, con partenza da Milano, dedicata alla presentazione della storia delle segregazioni e persecuzioni vissute dalla città, un punto di vista del tutto originale per una meta nota come Torino. 

Un altro esempio è la visita a Illegio, il borgo di 360 abitanti incastonato nelle montagne del Friuli che dal 2000 organizza eventi di grande levatura culturale. 

Lo scopo del nostro lavoro, infatti, non è il viaggio in sé per sé ma stimolare le persone ad andare oltre. 

Qual è il lato del suo lavoro che le è sempre piaciuto?

Individuare sempre l’attività culturale più adeguata per la persona che ho di fronte. Ognuno ha idee e esigenze diverse: mi piace moltissimo ascoltare la persona per poi consigliarle l’attività culturale più azzeccata  Ad esempio, ad un Liceo Artistico la nostra agenzia ha offerto un viaggio culturale in Salento incentrato sulla tradizione della cartapesta; ad un Liceo Linguistico, un viaggio in Bulgaria alla scoperta dell’alfabeto cirillico e russo: per ognuno di loro un consiglio personalizzato ha fatto realmente la differenza. 

Si può dire che la relazione tra il fattore umano e culturale ha caratterizzato tutta la sua carriera. 

Certamente. Di fatto noi Stippelli non nasciamo come venditori: mio figlio Francesco ed io abbiamo sempre tenuto conto della persona, prima e sopra ogni altra cosa. Un elemento fondante anche della Stippelli Viaggi condotta oggi da Francesco.

 

Clicca qui per saperne di più sui viaggi culturali organizzati dalla Stippelli Viaggi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top